Un tuffo nella scuola cinese

Sono Matteo, uno studente bergamasco, quest'anno grazie al progetto di Intercultura sto frequentando il quarto anno di liceo in Cina, a Pechino.

Sono nella capitale cinese da quasi sette mesi nei quali ho vissuto esperienze insolite e avventurose, molte delle quali col passare del tempo sono diventate abitudinarie.

Adesso frequento la “高一”, ovvero il primo anno della senior high school, sono in classe con circa cinquanta studenti, tutti più piccoli di un anno rispetto a me, e una delle avventure più belle che ricordo è senz'altro il mio primo giorno di scuola.

Come attualmente faccio tutti i giorni, anche quel giorno mi sono recato a lezione in bicicletta con il mio “弟弟” fratello minore; qua sono molti i ragazzi che utilizzano la bici per muoversi.

Il viaggio nelle vie di Pechino è stato una centrifuga di emozioni, culminate nell'arrivo a scuola e l'ingresso nella nuova classe, dove sono stato accolto con grande stupore e entusiasmo.

I miei compagni hanno manifestato da subito attenzione nei miei confronti, facendomi molte domande, foto e aggiungendomi come amico sui vari social network come Wechat e QQ - i social più popolari in Cina -dimostrandosi subito aperti e calorosi nei miei confronti, a dispetto delle aspettative che mi ero creato.

Ci siamo poi diretti verso l'auditorium insieme al resto della scuola, dove, al termine di un'interminabile presentazione del nuovo semestre, tutti gli studenti si sono alzati in piedi e, con il braccio sinistro alzato, hanno recitato un giuramento impegnandosi a lavorare sodo per tutto l’anno. Rientrati in classe hanno subito preso inizio lezioni e test. E' stato sicuramente un primo giorno di scuola per nulla ordinario, ricco di sorprese e novità.
La scuola cinese è articolata in maniera diversa dall'Italia, come da noi le lezioni iniziano alle 8, ma qui gli studenti devono arrivare in classe mezz’ora prima per ripassare o finire i compiti assegnati per la giornata. Ogni lezione dura quarantacinque minuti e alla fine ci sono sempre cinque o dieci minuti di pausa prima di iniziare quella successiva.

A metà mattina tutti gli studenti si radunano sulla pista di atletica per la cerimonia dell'alzabandiera e i morning exercise, dando vita a uno spettacolo unico dove tutti corrono insieme a ritmo di musica, quasi come fosse una parata militare.
Le lezioni si interrompono a mezzogiorno per un’ora e mezza di pausa pranzo. Nel pomeriggio si seguono i corsi di cinese in un'altra classe formata da studenti da tutto il mondo.

Sebbene le mie giornate trascorrano per la maggior parte tra i banchi di scuola ho avuto la possibilità di vivere avventure stupende durante i viaggi in diverse province della nazione che ho condiviso con la mia famiglia cinese e con altri ragazzi che stanno vivendo la mia stessa esperienza.

Quando sono arrivato a Pechino mi sono sentito catapultato in un mondo diverso dal mio, al quale ho dovuto adeguarmi facendo mie abitudini che prima erano completamente estranee. Questo mi ha dato modo di vivere quotidianamente esperienze straordinarie, facendomi capire che, anche se le differenze emergono in maniera più rilevante, sono numerosi gli aspetti che accomunano ragazzi di paesi diversi.





















Share!